Blog di Roberto Blarasin, dedicato in particolare a Macerata, così come viene vista e vissuta dai Blarasin e dagli amici. Valgono le regole della comunicazione collaborativa: esplorare, comprendere, entrare in sintonia.

13 luglio 2007

L'alito pestilenziale della sinistra estrema al governo


O c'è la sinistra estrema o c'è il governo, le due cose non possono coesistere.


Da giovane italiano libero professionista. Ero riuscito a sopportare le cifre di Visco. Il viceministro aveva affermato che sarebbero stati recuperati 100 miliardi dalla lotta all'evasione ed era stato smentito dall'Agenzia delle Entrate (20 miliardi) e dal governo stesso (3 miliardi). Alla fine, calcolatrice alla mano, dato che il recupero sarebbe dovuto avvenire in 9 anni, la cifra risultava di 300 milioni, cioè la stessa quantità di denaro che Visco ha speso per assumere i nuovi esattori e controllori. Insomma, dalla lotta all'evasione fiscale il governo guadagna 0 (ZERO).


Ero riuscito a tacere sul fatto che il governo fosse schiavo di sindacati che ormai rappresentano solo i pensionati, non più i lavoratori, se non quelli vicini al pensionamento. Come può il governo pensare di elargire pensioni se non consente ai giovani di pagarle! Per pagarle bisogna guadagnare. Per guadagnare bisogna rilanciare l'economia. Per rilanciare l'economia bisogna tagliare le spese e abbassare le tasse... (Sullo scalone e le lobby dei magistrati leggi l'articolo di oggi di Giacalone).


Ero riuscito a tacere sul fatto che il nostro europeista Padoa-Schioppa aveva beccato sonore bocciature da tutti in Europa (UE, Ecofin, Fondo monetario internazionale...) ed aveva reagito in modo schizofrenico insultando l'Europa e poi tranquillizzando gli elettori (già, il ministro ha mostrato di saper insultare tutti, i suoi colleghi economisti sui giornali e in parlamento - v. Giavazzi, v. Baldassarri - i generali delle forze armate...) e infine correggendo con il nuovo Dpef le cifre di un anno fa e dando quindi ragione a Mario Baldassarri che da un anno lo tampina sul taroccamento dei conti (leggete l'articolo uscito ieri su LiberoMercato, è stupendo).


Ma ora come si può tacere di fronte a tali affermazioni! Per il solo scopo di sopravvivere alla faccia nostra, il nostro carissimo Prodi se ne infischia dell'Europa e dei riformisti della sua coalizione e promette fino allo sbraco a chi? Ancora a loro, alle sinistre. E come si comportano queste? Beh Ferrero, alla domanda su come finanziare tutta questa batosta di aggravi di spesa pubblica, non ha avuto dubbi e ha affermato: "alzando ancora i contributi che gravano sui lavoratori autonomi ed elevando solo per loro l'età pensionabile".


Con questa gente al governo, l'Italia va in rovina. La sinistra sta lucidando le maniglie delle proprie stanze nel Titanic. Del resto sappiamo quali forte economie avessero i paesi comunisti... Ma come è possibile che questi partiti abbiano ancora credito...

Etichette: ,

 
Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.