Blog di Roberto Blarasin, dedicato in particolare a Macerata, così come viene vista e vissuta dai Blarasin e dagli amici. Valgono le regole della comunicazione collaborativa: esplorare, comprendere, entrare in sintonia.

24 luglio 2007

Tosi è più saggio di Amato


E' chiaro che, se dovessi scegliere fra il Ministro degli Interni Giuliano Amato (vedi il post precedente) e il sindaco leghista di Verona Flavio Tosi (nella foto), sceglierei il secondo. Da sinistra lo accusano in tutti i modi (in particolare per aver nominato il dirigente di Fiamma Tricolore Andrea Miglioranzi tra i consiglieri dell'Istituto storico per la Resistenza), ma leggete cosa ha fatto. Come aveva promesso nelle recente campagna elettorale (ha vinto con il 67%), proporrà al comitato provinciale per la sicurezza di imitare l'esempio di Milano, in cui sono partiti i controlli di tutte le forze dell'ordine per identificare mendicanti, accattoni, gente senza fissa dimora e lavavetri ai semafori, che poi, se entro 90 giorni non troveranno lavoro regolare, saranno espulsi. Merito del decreto 30/2007, che riprende e dà attuazione a una direttiva europea del 2004, secondo la quale qualunque cittadino, anche membro dell'UE, deve attestare la piena sufficienza economica o avere un legame fisso con qualcuno che tale autosufficienza ce l'abbia.

"Il decreto - spiega Tosi - è l'unico strumento che abbiamo per allontanare dal nostro territorio la troppa gente senza arte né parte che ci sta invadendo. L'Europa si è dimostrata molto più saggia dell'attuale governo, che se avesse davvero capito la direttiva, non l'avrebbe mai recepita. Certo poi l'applicazione concreta dipenderà dai vari prefetti, ma intanto io, come sindaco, faccio la mia parte".

Etichette: , ,

 
Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.