Blog di Roberto Blarasin, dedicato in particolare a Macerata, così come viene vista e vissuta dai Blarasin e dagli amici. Valgono le regole della comunicazione collaborativa: esplorare, comprendere, entrare in sintonia.

11 dicembre 2007

La Linea di Osvaldo Cavandoli alla Quadreria Blarasin

Un ricordo del grande artista Osvaldo Cavandoli alla Quadreria Blarasin. Qui inseriamo il primo episodio de La Linea e l'ultimo, 20 anni dopo: un commovente saluto.



Se avete problemi a vedere il video seguente cliccate qui: Cavandoli La linea.

Etichette: , , ,

Tullio Crali e il Futurismo alla Quadreria Blarasin


Mostre e esposizioni di Natale a Macerata alla Quadreria Blarasin: Tullio Crali e il Futurismo.

Etichette: , , ,

28 settembre 2007

Paolo Fresu alla Quadreria Blarasin


La Quadreria Blarasin presenta a Macerata, dal 6 al 27 ottobre 2007 una mostra personale dell’artista Paolo Fresu.

Vernissage: Sabato 6 ottobre alle ore 17,30.
Negli spazi della Quadreria Blarasin, in Corso Cavour, 127-131-137/a.
Parteciperanno: l’artista Paolo Fresu, l’assessore alla Cultura Sport Massimiliano Bianchini, il Sindaco di Macerata Giorgio Meschini.

Orari di apertura Mostra: lunedì 15.30 - 20, da martedì a domenica 9-13 / 15.30-20.

QUADRERIA Blarasin
Corso Cavour, 127 –131-137/a
62100 MACERATA
0733/262026 (info)
www.quadreriablarasin.it
www.macerataarte.it

Etichette: , ,

25 luglio 2007

Foiba di Campastrino, La Spezia


Inghiottitoio di Campastrino. Recuperate le ossa di almeno 10 soldati tedeschi e italiani. Potrebbero essere i resti di almeno 30 persone. Risalgono a fine aprile 1945, a guerra conclusa.

A San Benedetto, frazione di Riccò del Golfo (La Spezia), un cartello verde del Parco naturale regionale di Montemarcello Magra, con tanto di simbolo della Regione Liguria, recita: "L'inghiottitoio Campastrino è una delle più interessanti formazioni carsiche del territorio". Ora , è ufficiale, il cartello dovrà mostrare la scritta: "Foiba".

E' il successo di Lorenzo Martinelli, presidente dell'associazione culturale "libertà e società", e di Marco Pirina, presidente del centro studi e ricerche storiche “Silentes Loquimur”, riconosciuto in Italia ed in Europa come il primo che ha fatto conoscere le foibe all’opinione pubblica e alla storia, e portavoce consulente storico del Comitato nato attorno a Campastrino. Nel comitato c'è una squadra di tre speleologi più uno, coordinati da Martinelli, i quali da tempo battagliano con il Commissariato Onoranze Caduti del Ministero della Difesa per avere attenzione sull'argomento. "Sono morti scomodi - aveva affermato Pirina - appartenevano a reparti tedeschi di batteria costiera che avevano come serventi sei marò della X Mas».

Alcuni link alle notizie: Libero; Il Giornale.
(foto: stele posta nelle vicinanze della Foiba di Basovizza che spiega il contenuto della Foiba stessa diviso per profondità)

Etichette: ,

24 luglio 2007

Malagiustizia, ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo


Ho letto il primo capitolo di "La malagiustizia" di Davide Giacalone e mi sembra già abbastanza per consigliarne l'acquisto e la lettura, a 2,50 euro più un euro per il quotidiano "Libero". Correte e compratelo, così poi ne parliamo. Anche perché il libro è portatore di una simpatica iniziativa.

"I cittadini riprendano l'iniziativa e denuncino lo Stato. Non ai magistrati italiani, sarebbe inutile, ma a quelli europei. Possiamo farlo, dobbiamo. Un Paese non vive senza giustizia, e quella italiana non è tale" (Link all'articolo della scorsa settimana). La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, che opera tutelando la relativa Costituzione, è lo strumento che deve essere utilizzato dai cittadini, anche a dispetto dei legislatori, per mettere l'Italia sul banco degli imputati. Nel libro troverete le istruzioni per la denuncia, tutto ben chiaro nell'Appendice "Modulo e note per la compilazione del ricorso". "A Strasburgo l'Italia dovrà essere seppellita dalle condanne, in modo da interrare per sempre il mostro della malagiustizia. E' ora che siano i cittadini, altrimenti soggetti inesistenti, a mettere mano alle armi del diritto" (Davide Giacalone).

Etichette: ,

23 luglio 2007

Autovelox nelle Marche e a Macerata


Operazione trasparenza Asaps: ogni settimana la lista aggiornata delle postazioni mobili.
Ecco il link per questa settimana: Asaps autovelox 23/29 luglio 2007. Ecco il link alle postazioni fisse: Autovelox, mappa italiana.
Ecco comunque la lista delle postazioni fisse per le marche:
Macerata-Civitanova Marche (SS. 485)
Senigallia-Ancona (SS. 16), fra Marina di Montemarciano e Rocca Priora
Ancona-Porto Recanati (SS. 16), località Numana e Sirolo
Porto San Giorgio- S. Benedetto del Tronto (SS. 16), soprattutto a Cupra Marittima e Grottammare
Fabriano-Ancona (SS. 76), da Jesi a Falconara Marittima, soprattutto località Camerata Picena
Fabriano- Ancona (SS. 76 - innesto A14), località Chiaravalle
Pesaro-Urbino (SS. 16), località Fano
Pesaro-Urbino (SS. 423), da Gallo a Montelabbate
Ancona-Pescara (SS. 16), fra Grottamare e S. Benedetto del Tronto
Marotta-Pergola (SS. 424), da S. Lorenzo in Campo a MontePorzio

Etichette: , ,

21 luglio 2007

Harry Potter: I media non rispettano neanche la narrativa.


Sono un fan di Harry Potter. La Rowling ha inserito nella storia due fattori di grande valore: il primo, i buoni fanno errori madornali e ne pagano conseguenze drammatiche; il secondo, impieghi 6 libri per fidarti di un personaggio che poi ti pugnala dritto al cuore e... aspetti il settimo libro per capire bene come possa essere successo e se ci sono spiegazioni "migliori" di quella evidente.
Ho trascorso questi ultimi giorni senza leggere nulla circa HP per evitare di incappare negli spoiler, cioè in coloro che ti rivelano piratescamente la storia. Ebbene, accendo la televisione e capito nella notizia al TG2 che nei titoli rivela un aspetto fondamentale della storia, relativo alle sorti del protagonista. Non ho fatto neanche in tempo a cambiare canale. Per fortuna, nel mio caso, non era quella la notizia che più di tutte non volevo sapere, ma ciò non basta a giustificare un atteggiamento dei media tutti, i quali per fare audience (in modo anche sciocco visto che tutti hanno la notizia) sputtanano ormai tutto. Non solo la privacy, ma anche la narrativa.
I media sono diventati degli voyeur assatanati, senza rispetto né attesa, e costringono a tutti a spiare insieme a loro dal buco della serratura. Non si salva nessuno. Vanno a guardare tutto e a farti guardare tutto. Non si fermano di fronte alla sofferenza o alla morte, non rispettano nessuna garanzia o intimità. Lo sapete tutti ormai, è evidente. Ebbene, io non ci avevo pensato, ma non si fermano neanche di fronte alla narrativa.

Etichette: ,

18 luglio 2007

Dalla parte del Coisp, Istruzioni per l'uso dell'estintore


Il Coordinamento per l'Indipendenza Sindacale delle Forze di Polizia usa la satira come arma di difesa.

Ecco cosa recitano le istruzioni all'uso dell'estintore scritte dal COISP: "Un estintore serve per spegnere incendi, non per attizzarli; se un estintore è rosso non per questo è stalinista; l'estintore è uno strumento di pace, di sicurezza, di protezione civile, se imbracciato come oggetto contundente, diventa strumento di guerra se utilizzato contro le forze dell'ordine, diventa strumento di guerra civile e soprattutto... chi scaglia estintori non è un santo e neppure un martire".

Etichette: ,

21 maggio 2007

Raccolta Firme per la Riforma della Legge elettorale


tratto da Il Resto del Carlino del 13 maggio 2007

Etichette: ,

23 aprile 2007

Signum Crucis, splendida giornata di chiusura


Grande emozione in città per la visita contestuale dei vescovi di Ancona e Macerata alla mostra "Signum Crucis" dello scultore Valeriano Trubbiani allestita negli spazi della Quadreria Blarasin in corso Cavour a Macerata.

In mattinata è stata la volta di mons. Edoardo Menichelli arcivescovo delle diocesi di Ancona ed Osimo, accompagnato per l'occasione dal vicario don Roberto Pacetti e dal rettore del duomo di Ancona Mons. Ermanno Carnevali. L'illustre presule è stato ricevuto dallo scultore Valeriano Trubbiani e dai galleristi Rita e Bruno Blarasin. Molto intensa la visita con riflessioni profonde sulla Croce astile ostensiva realizzata dall'artista in occasione del millenario della chiesa di S. Ciriaco.
Nel pomeriggio è avvenuta la visita di mons. Claudio Giuliodori vescovo di Macerata (nativo di Osimo) che ha molto apprezzato l'opera. La mostra, una novità assoluta, ha fatto registrare una notevole affluenza di visitatori anche di fuori regione.
Per informazioni 0733.262026 cellulare 339.3773575
Grazie per la partecipazione,
Rita e Bruno Blarasin

Aggiungo soltanto che la gioia nel leggere gli articoli il giorno dopo - in particolare quello de Il Messaggero, dove le splendide foto colgono l'atmosfera che si è creata durante le visite - è stata smorzata da un'incredibile gaffe dei quotidiani maceratesi, nessuno dei quali ha dedicato una riga all'importante visita dell'arcivescovo Menichelli. Il Corriere Adriatico ne ha accennato all'ultima riga, sbagliando.

Etichette:

21 aprile 2007

L'arcivescovo Menichelli e il vescovo Giuliodori alla Quadreria Blarasin







Alcune foto della visita dell'arcivescovo di Ancona Edoardo Menichelli e del vescovo di Macerata Claudio Giuliodori alla Quadreria Blarasin in occasione dell'esposizione della croce di Valeriano Trubbiani.

Etichette:

29 marzo 2007

Il Cristo di Wojtyla: l'Opera di Trubbiani alla Quadreria Blarasin


Dal Resto del Carlino. Qui il link agli articoli precedenti: Croce di Trubbiani alla Quadreria Blarasin.

Etichette:

26 marzo 2007

Croce di Trubbiani alla Quadreria Blarasin




Sabato 31 marzo alla Quadreria Blarasin sarà presentata l'opera di Valeriano Trubbiani benedetta da Papa Giovanni Paolo II.

Etichette:

 
Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.